Comunicato stampa 33-2020

Jacopo Billi ai piedi del podio del Campionato Italiano Marathon

SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team ancora protagonista, ma anche sfortunato.  Jacopo Billi vicino al podio tricolore e Stefano Valdrighi sesto.  La dea bendata non è stata certo benevola con Daniele Mensi e Tony Longo in piena lotta per il podio.

Un quarto posto al Campionato Italiano Marathon non verrà forse ricordato nelle statistiche, ma il piazzamento centrato da Jacopo Billi può lasciare soddisfatto SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team che ha avuto una buona giornata tricolore, concretizzata però solo in parte, rispetto alle potenzialità espresse in gara dai suoi corridori.  Il successo e la maglia tricolore sono andati per la terza volta consecutiva al comasco Samuele Porro, ma a differenza delle precedenti due edizioni 2018 e 2019 che non aveva terminato per vari problemi, Billi ha visto il suo primo traguardo tricolore, ad un passo dal podio.

Decimo assoluto nella Capoliveri Legend Cup Eleven, l'evento che si è svolto sull’impegnativo e spettacolare tracciato di 80 Km con oltre 3.000 metri di dislivello, in concomitanza con la tappa del circuito internazionale UCI MTB Marathon Series, Jacopo ha colto un ottimo risultato che arriva dopo una serie di buone prestazioni, quarto tra gli italiani che si sono contesi la maglia tricolore della specialità marathon lungo i single track della macchia mediterranea del Parco dell’Arcipelago Toscano.

"Mi sentivo bene, sto attraversando un buon periodo e il mio obiettivo era quello di fare risultato, onestamente più di così penso fosse impossibile fare" - il commento di Billi - "Sono soddisfatto per come ho gestito la gara, nei primi 30 km ero attorno alla 16ª posizione assoluta, poi nei successivi 30 ho limato quattro posizioni e negli ultimi 20 ho raggiunto la top ten.  Ho sofferto un pò per i crampi, ho stretto i denti cercando di tenere comunque duro e sono riuscito ad arrivare al traguardo, anche se veramente con tanta fatica.  Nel finale mi sono ripreso bene e ho anche recuperato posizioni, sono contento, spero che da qui a fine stagione arrivi qualcosa di bello”

Oltre al quarto posto di Billi, c'è dell'altro.   Con la sesta posizione Stefano Valdrighi ha centrato il miglior risultato di sempre al Campionato Italiano Marathon.  Partito forte, il biker toscano ha tenuto il gruppo dei primi fino agli ultimi 15 Km, ma poi non è riuscito ad avere la meglio su un brusco calo di energie, perdendo la quinta posizione.

Finale drammatico per Daniele Mensi che si è messo in mostra per l'intera gara e poteva ripetere il secondo posto del 2019, fatali i crampi negli ultimi 5 Km quando in compagnia di Juri Ragnoli stava rientrando su Porro.  Al termine della discesa dell'Innamorata, appena raggiunto l'asfalto, ha sofferto i crampi e si è dovuto fermare all'ultima feed zone.  Nonostante l'enorme fatica, i crampi e la disidratazione, Daniele ha potuto ancora concludere la gara, decimo degli italiani.

Sfortuna nera anche per Tony Longo, che ha avuto un problema al cambio al 65° Km ed è precipitato in classifica, chiudendo la gara tricolore al 12° posto.

"Ho controllato la prima ora e mezza di gara rimanendo in 25ª posizione, poi ho accelerato e recuperato molto fino a raggiungere la top ten e quindi il gruppo con Mensi, Ragnoli e Rabensteiner .. a quel punto sapevo che ci saremmo giocati podio dell’italiano, stavo ancora abbastanza bene e mi sarebbe piaciuto giocarmela fino alla fine un altro modo.  Lo sport e’ anche questo, guardiamo avanti!"

Fotografie © Capoliveri Legend Cup - MTB Channel