Comunicato stampa 33-2019

A Montalcino è una vittoria di squadra, primo Elia Favilli e terzo Valdrighi

Seconda vittoria consecutiva in Toscana per SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team, dopo la Sinalunga Bike, vinta da Cominelli, si impone anche a Montalcino con Elia Favilli.

Secondo successo in sette giorni per SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team che dopo essere andato a segno nella Sinaunga Bike con Cristian Cominelli, si è ripetuto nella classicissima della Val d’Orcia con Elia Favilli.

Come un colpo di fucile.  Grazie a un'azione di potenza 
Elia Favilli ha fatto la differenza sulla salita più dura del percorso e ha cambiato la storia della Granfondo del Brunello e della Val d’Orcia che per il secondo anno consecutivo ha visto sul podio del vincitore un atleta della squadra toscana.
Un forcing, quello imposto dal corridore in maglia bianco-rosso che, dodici mesi dopo la vittoria di
Daniele Mensi, ha confermato SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team padrone della storica gara senese che Favilli aveva già chiuso sul podio negli ultimi due anni, secondo nel 2017 e terzo l’anno scorso.

La vittoria in terra toscana premia anche il grande lavoro di squadra del team di Montemurlo, impeccabile nella condotta di gara.  Il livornese, classe 1989, alla quarta affermazione stagionale è giunto in perfetta solitudine al traguardo nel borgo di Montalcino in perfetta solitudine. 

“Sono contento di aver vinto questa gara e del mio poker stagionale, erano alcune settimane che sentivo che la condizione era ottima.  Oggi i miei compagni sono stati perfetti, questa vittoria è per loro e per tutto il team” -  ha spiegato Favilli – “Nei primi chilometri Daniele e Stefano mi hanno dato una mano a stare davanti, poi sulla salita più dura ho alzato il ritmo ed ho fatto la differenza.  Sembrava filasse tutto liscio, fino a quando ho sentito calare la pressione di una gomma, fortunatamente ha tenuto fino alla fine e sono arrivato al traguardo, riuscendo a conservare un buon margine di vantaggio”  

Soddisfazione anche per Stefano Valdrighi, terzo, raggiante per il primo podio alla Granfondo del Brunello e della Val d’Orcia.  Fino all’inizio della seconda salita il giovane biker della Garfagnana ha chiuso i varchi nel gruppo, poi quando Favilli ha allungato, è rimasto in battaglia per la terza posizione, staccando il diretto avversario negli ultimi 500 metri.

Solo un quinto posto per il vincitore del 2018,
Daniele Mensi, attardato da un problema meccanico, risultato decisivo ai fini dell’ordine d’arrivo. 

"Abbiamo corso bene e avremmo potuto fare anche di più, senza il problema meccanico a Mensi” – ha commentato soddisfatto il manager Stefano Gonzi“Ormai la stagione si sta chiudendo ma credo che i risultati che abbiamo conquistato sin qui possono darci serenità e soddisfazione.  Manca ancora una gara, domenica all’Isola d’Elba, ma siamo già pronti per guardare avanti, c’è il 2020 da preparare nel migliore dei modi!"