Comunicato stampa 27-2019

La soddisfazione di Cominelli, l’amarezza di Mensi sul Plan de Corones

Orgoglio e delusione per un quinto e settimo posto alla Kronplatz King MTB Marathon.  Il profumo dolce dell’impresa premia la tattica di Cominelli, l’amarezza di Mensi che ha cercato con una prova di cuore un altro grande risultato.

Dopo essere stato protagonista assoluto nelle ultime due edizioni, SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team, ha lasciato quest’anno la KronplatzKing MTB Marathon con il contrasto tra la delusione di Daniele Mensi e la soddisfazione di Cristian Cominelli, due facce di una medaglia che brilla comunque per la doppia top ten dei due biker bresciani nella quarta edizione della marathon di 73 Km che ha il suo traguardo posto in cima al Plan de Corones. 

Da applausi la prova dei due portacolori di SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team, tra i migliori dieci del giorno, ma se per Cominelli il quinto posto è stato il finale di una gara perfetta, la settima posizione finale sta stretta a Mensi che ambiva almeno al podio in una gara che ha già vinto nel 2017.

Daniele si è subito messo nel gruppo al comando della gara insieme a Cominelli ma una foratura causata da un chiodo ha rotto i suoi piani.  Cambiata la ruota ai box, nella primo scalata al Kronplatz era di nuovo nel gruppo dei primi, ma quando davanti hanno forzato non ha più avuto l’energia giusta per rispondere, ritrovandosi nella salita finale che ha iniziato in quarta posizione con le gambe vuote per affermarsi sul podio.

Il quinto posto dimostra l’ottimo momento di Cristian Cominelli che invece vede il bicchiere mezzo pieno:  “Oggi il quinto posto è stato veramente importante, penso che insieme alla gara di Capoliveri sia stata la mia più bella gara della stagione, sono contentissimo per questo risultato che tra l’altro mi ha un pò sorpreso.  In una gara con tanta salita dura come questa non avrei mai scommesso di arrivare nei primi cinque e di rimanere per tutta la gara in corsa per il podio. Ho fatto una gara molto regolare perché sapevo che nella seconda parte le due risalite a Plan de Corones avrebbero fatto la differenza e così è stato, sul finale ho recuperato qualche posizione che mi ha portato a concludere quinto.  Insomma un buon risultato in una gara così importante che ho affrontato per la prima volta, sono molto fiducioso per il prossimo appuntamento di sabato, l’Alta Valtellina Bike Marathon, una gara che mi si addice.  Se trovo un'altra giornata come oggi posso far bene anche se immagino che il livello sarà altissimo e quindi non sarà facile arrivare nei primi dieci”

Altri piazzamenti di lusso sono arrivati da Stefano Valdrighi e Elia Favilli.  Dopo essere rientrato nel gruppo di testa sulla seconda salita, il vincitore della Südtirol Dolomiti Superbike, ha provato ad entrare anche nella top ten, ma sulla terza salita ha avuto un calo e non è riuscito a tenere la posizione, chiudendo quattordicesimo.  Favilli, con una condizione ancora lontana da quella dei giorni migliori, ha cercato di difendersi e di tenere più duro il più possibile, ha tagliato il traguardo quattro posizioni più dietro al più giovane compagno di squadra.

Ancora una gara, la Alta Valtellina Bike Marathon, poi gli atleti della squadra toscana avranno l'intero mese di agosto a disposizione per preparare l’assalto agli appuntamenti importanti più importanti di settembre e ottobre.