Comunicato stampa 22-2019

Secondo podio per Daniele Mensi all’Alpentour Trophy

Anche nel secondo stage SOUDAL-LEE COUGAN mantiene lo straordinario livello della prima giornata con Daniele Mensi ancora sul podio e un buon piazzamento di Cristian Cominelli nella top ten di giornata.
Ancora un podio per SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team nella seconda giornata dell’ Alpentour Trophy, la Hochwurzen Reiteralm di 52 Km che rispetto al primo stage si è decisa sulla seconda salita, quando i favoriti hanno alzato il ritmo. 

Oggi Mensi ha corso con la maglia rossa del King of Mountain e ha concluso terzo, alle spalle del colombiano Leonardo Paez e del tedesco Jochen Kass, che minaccia ora la sua seconda posizione nella generale.

”Anche oggi penso di avere fatto una buona gara” – dice Mensi – “Il mio obiettivo è una posizione di vertice nella classifica generale, ci sono ancora due giorni e domani ci aspetta ancora una tappa dura, con sempre più di 2.000 metri di dislivello. La mia condizione è buona, quindi cercherò di affrontarla nel miglior modo possibile”

Ancora nei primi dieci di giornata Cristian Cominelli che anche oggi ha colto il sesto posto nella tappa che temeva più delle altre.  Cominelli si è fatto vedere nel finale, e bene, precedendo il migliore degli austriaci, Daniel Geysmair, davanti a lui nella generale.

“In qualche modo ho salvato di nuovo un buon piazzamento, anche nella tappa che temevo di più, con due salite molto lunghe e impegnative.  Ho sofferto un pochino sulla seconda, ma poi sul finale ho recuperato.  Siamo in quattro che si stanno contendendo la quarta posizione nella generale e il distacco tra noi non è troppo grande, perciò domani vediamo di provarci nella tappa che mi piace di più in cui sono sempre andato bene”, ha spiegato Cominelli che ha chiuso sesto, 2’ 20” dietro a Paez.

Coraggioso e generoso, come nelle sue corde, a Stefano Valdrighi, oggi è mancata soddisfazione della top ten.  Stefano ha cercato di rimanere il più possibile con il gruppo di testa e c’è riuscito fino all’inizio della seconda salita, ma ha trovato difficoltà nel finale, chiudendo quindicesimo.