Comunicato stampa 19-2019

Elia Favilli sul podio della Passo Buole Xtreme

Un eroico Elia Favilli chiude terzo al rientro in gara dopo l’infortunio rimediato alla Rocky Mountain Bike Marathon.  Due rider di SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team nei primi quattro posti.

Al termine di un’altra giornata da veri gladiatori con tanta pioggia, ma soprattutto tanto freddo, Elia Favilli ha concluso sul podio la Passo Buole Xtreme 2019 che ha dovuto rinunciare al tratto più elevato per pericolo di valanghe.
Sul percorso trentino reso complicato sopratutto dalla pioggia battente, Favilli, che rientrava da un infortunio alla caviglia patito alla Rocky Mountain Bike Marathon, ha ottenuto uno splendido podio, costruendo questo risultato con una prestazione convincente.

“Ho cercato di fare il massimo che potevo nei tratti dove c’era da spingere, senza prendere rischi in discesa, comunque i primi due sono andati più forte di me in salita, ma soprattutto in discesa” – ha detto il biker toscano – “Daniele ha fatto un ottimo lavoro per portarmi nelle prime posizioni e per permettermi di giocarmi fino alla fine il podio.  Sono riuscito a tenere un ritmo buono fino alla fine e mi sono meritato questo podio, sono felice per me e per il team”

Il quarto posto soddisfa anche Daniele Mensi che ha corso la gara che lo aveva visto vincitore nel 2017 con l’obiettivo di fare un buon allenamento.   Daniele ha provato a stare davanti con i due battistrada, facendo anche per un pò il passo sulla lunga salita di Cima Perobia, per poi concludere alle spalle del compagno di squadra.

”Dopo la gara di Capoliveri ho calato un pò l’intensità degli allenamenti e venerdì ho fatto un test per verificare la condizione da cui ho avuto buoni riscontri” – afferma Mensi - “In questo momento questa è la cosa più importante e adesso ho due settimane per preparare bene gli appuntamenti di giugno e luglio, quindi sono tranquillo e sereno.  Forse se oggi si sarebbe corso con un altro clima avrei potuto fare qualcosa di meglio, ma il mio obiettivo in questo momento è quello di mettere basi solide per il momento clou della stagione”

Stefano Valdrighi ha chiuso la buona giornata di SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team e ha concluso in decima posizione.  Dopo l’ottimo risultato di Capoliveri, il biker lucchese sperava in qualcosa di meglio, ma ha mal digerito condizioni le climatiche in cui ha sempre avuto difficoltà a trovare il giusto feeling.