Comunicato stampa 11-2019

Alla Da Piazza a Piazza Elia Favilli firma la seconda.  Squadra da applausi.

SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team fa en-plein nella gara di casa.  Ad alzare le braccia sotto il traguardo è stato Elia Favilli che ha sfruttato nel migliore di modi la forza del gruppo.  In quattro nella top ten della Da Piazza a Piazza.
Super SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team in quella che la squadra di Montemurlo considera la gara di casa, la Da Piazza a Piazza, in cui il team diretto dal manager Stefano Gonzi ha corso da protagonista.   Galvanizzato da un ottimo inizio di stagione, il livornese Elia Favilli ha infilato a Prato la seconda vittoria personale della stagione, regalando al team il quinto successo nella marathon toscana con partenza e arrivo in Piazza Mercatale a Prato. 

Domenica da incorniciare per l’ex stradista Elia Favilli grazie ad un bellissimo attacco finale ad un altro ex professionista Francesco Casagrande, ma ad impressionate è anche l’ordine d’arrivo con tutti i quattro atleti di SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team nei primi 10 della classifica.  Oltre alla vittoria di Favilli, al quarto posto si è piazzato Cristian Cominelli, quinto Daniele Mensi e settimo Stefano Valdrighi.

“Dedico questa vittoria a tutto il team e ai compagni di squadra che oggi mi hanno dato un gran supporto” – spiega Favilli – “Vincere fa sempre piacere e poi avevo di fronte un grande campione che in passato ha vinto due volte questa gara.  Un pezzo di vittoria però è anche per un mio caro amico, mio compagno di allenamenti, Paolo Macii, che è venuto a mancare questa settimana.  Il mio pensiero subito dopo il traguardo è stato per lui, sono sicuro che oggi con me in sella c’era anche lui e mi mi ha dato una mano da lassù”

Una vittoria di peso e di valore, coronata da una perfetta strategia di squadra che ha visto gli altri alfieri di SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team favorire l’azione finale dell’uomo attualmente più in forma nel gruppo.   Cristian Cominelli, autore di una gara regolare è stato sempre nel gruppo dei primi, staccandosi solo sulle ultime asperità: “Sono contento, la prestazione di oggi ha confermato le impressioni di domenica scorsa, anche se la gara è stata più impegnativa e più lunga.  Ci voleva una gara un pò più dura in vista della Garda Marathon e sopratutto per la gara a tappe in Spagna”

Daniele Mensi che ha concluso immediatamente alle spalle di Cominelli, è stato fondamentale in alcuni frangenti di corsa.  Il biker bresciano che sta ancora cercando il giusto colpo di pedale, ha fatto l’andatura sulla salita delle Cavallaie facendo una prima selezione e poi ha portato a compimento nel finale un grande lavoro di squadra:  “Già sabato, quando abbiamo provato il percorso insieme, ci siamo accordati con Elia perché aveva buone sensazioni e voleva provare a vincere.  Abbiamo preso l’ultima salita in un gruppetto di una decina di componenti, a metà, sul tratto più duro ho provato ad allungare ma, usciti dal single track si è fatto di nuovo sotto Casagrande che sapevamo essere l’avversario più pericoloso, così io ed Elia lo abbiamo attaccato più volte.   Mi sono staccato poco prima della pianura finale, perché sapevo che Elia in volata avrebbe potuto dire la sua e così è stato”

Per Favilli che ha preso l’ultima curva a destra davanti e allo sprint ha avuto la meglio su Francesco Casagrande, si tratta del secondo successo della stagione, dopo la vittoria alla Granfondo dei Vicari. 

Da sottolineare, dopo il ritiro nella Muretto di Alassio MTB, anche il nuovo importante piazzamento di Stefano Valdrighi, che dopo aver superato un momento di difficoltà nelle prime battute, ha concluso settimo, riuscendo a recuperare posizioni nella seconda metà di gara.

Piazzato anche Benedetto Fattoi, 25° assoluto e quarto nella categoria Elite Sport, beffato negli ultimi metri nella volata a tre per il secondo posto.  Un piazzamento che resta comunque di spessore e un’ottima prestazione del corridore di Poggibonsi in una classifica cortissima che tra il vincitore ed il quarto segna un distacco di soli 22 secondi, dopo 2 ore 47 minuti di gara.

Fotografie ©  Regalami un Sorriso ONLUS